Road to Week 10: Alabama Crimson Tide

Dopo aver guardato attentamente la sfida della Pac 12 tra i Trojans e i Ducks, ora ci spostiamo nello scenario più fascinoso di tutta la Ncaa dove i protagonisti sono gli Alabama Crimson Tidee i Lsu Tigers, due potenze forgiate dai difficili ma efficacissimi sistemi della Sec.

AJ McCarron e la linea offensiva

I Crimson Tide sono la squadra del momento:mentalità solida, Nick Saban è tra i migliori head coach del football a stelle e strisce, la difesa non concede nulla agli avversari e l’attacco ha un rush game davvero micidiale. Sono loro i più accreditati per la vittoria finale.

Ma quello che più importa agli abitanti di Tuscaloosa è la sfida a Baton Rouge, la tana dei Tigers, in programma questo fine settimana dove i Tide daranno il massimo per cercare soffiare la vittoria ai rivali per strappare,meritatamente, il pass per il Championship.

Ovviamente Lsu non cederà così semplicemente il passo, sostenuta dai novantamila tifosi del Tiger Stadium, ma questa Alabama vista nelle precedenti giornate ha dato la chiara idea di poter battere qualsiasi avversario.

Il tutto parte proprio dalla vittoria nel Championship dell’anno scorso quando, al Superdome di New Orleans, i Tide si imposero sulle tigri senza concede un singolo td mostrando al mondo la massima espressione collegiale. Ma quella serata verrà anche ricordata per l’esplosione del qb AJ McCarron, divenuto un componente fondamentale dell’attacco da quel giorno a oggi.

McCarron si è confermato: in otto partite tutte da titolare ha collezionato 1684 yards,18 td pass, una precisione nei completi del 68.9%,zero intercetti e ottime abilità di leadership. Tutto va collegato a un pacchetto di bersagli non di primo di livello dove emerge prepotentemente il nome di Amari Cooper, freshman vero pezzo pregiato dell’ultimo recruiting, arrivato a quota 32 prese,472 yards e 5 td.

Premesso che l’attacco di Saban è di base formato da due tight end, appare evidente che la maggior parte degli snap siano per delle azioni di corsa, situazione fantasticamente interpretata grazie a due running back di primo livello e una linea offensiva solida,affiatata e dinamica.

Partendo dalla linea spiccano i nomi dei due senior Chance Warmack e Barrett Jones, cuore dell’occhiello degli scout nfl per il prossimo draft specialmente il secondo, capace di ricoprire tutte le tre posizioni dell’allineamento. Con il pesante junior right tackle D.J. Fluker il reparto è perfettamente realizzato per aprire varchi ma ha qualche volta concesso più sacks del previsto.

A portare i palloni due half back di ottimo livello come Eddie Lacy e T.J. Yeldon, altro pezzo pregiato del recruiting dell’ultimo anno. Lacy ha corso 596 yards in 109 volte e 7 rush td mentre Yeldon ha piazzato una spaventosa media di yards a portata(7) fruttando 649 yards e 7 marcature.

Generalmente il reparto è il secondo della Sec dietro a Texas A&M e per la sfida di sabato cercheranno di dare il massimo al fine di alleggerire la pressione sul proprio quarterback. Questo l’attacco dei Tide: contro Lsu non ci sarà da scherzare affatto ma se le corse continueranno su questi livelli per i Tigers ci vorrà la prova del secolo.

E veniamo al piatto forte della casa: la difesa. Nonostante le numerose partenze dello scorso anno, Saban ha di nuovo messo in piedi un reparto con i fiocchi: lo confermano i 8.1 punti di media subiti a partiti e le 203 yards subite per ogni incontro.

Il front seven vede i nomi del nose guard Jesse Williams, potentissimo senior capace di fare da ancora per i compagni contro le corse, Adrian Hubbard,linebacker di belle speranze con efficaci mezzi da pass rusher, dei defensive backs Robert Lester e Dee Milliner anche se non sono loro la fonte del successo di questa difesa.

A fare la differenza non è il singolo nella difesa di Bama ma il collettivo: Saban ha a disposizione numerose soluzioni per gestire al meglio ogni situazione contando sulla interesse collettivo del singolo per ottenere il miglior risultato.

Sarà fondamentale una prova di grande valore da parte del front seven per contenere il versatile e potente attacco dei Tigers mentre nelle retrovie non bisognerà distrarsi per evitare un sanguinoso big play da parte del pass game avversario.

Tutto è pronto a Tuscaloosa; sabato si gioca al Tiger Stadium per una partita che sarà certamente seguita dagli amanti delle difese e dove Nick Saban cercherà di ottenere il meglio dai suoi ragazzi per riscattare la sconfitta interna dell’anno scorso,sanguinosa quanto basta per scatenare l’ira dei Tide ora favoriti come non mai.

Federico Vedovelli

This entry was posted in Settimanale and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.